Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress

Che cosa rende un infisso, un infisso di qualità?

Che cosa rende un infisso, un infisso di qualità? La differenza tra un infisso con una buona posa in opera da una mediocre e come possiamo riconoscerla? Il giudizio sul prodotto dipende da molteplici fattori. Tra questi l’aspetto estetico è forse uno dei più importanti; dal momento che dobbiamo prendere in considerazione l’inserimento dell’infisso nel contesto abitativo in cui si inserisce. I profili devono risultare ben lavorati, così come i tagli, le giunzioni e le saldature devono essere impercettibili e ben allineate. Tra le componenti più importanti abbiamo anche i fermavetri muniti di guarnizione, i quali devono esser posati con la massima attenzione. Altri elementi importanti da tenere in considerazione per distinguere buoni infissi da altri mediocri sono la componente ferramentistica, soprattutto se in acciaio. Fare attenzione alle schede tecniche e le certificazioni di ogni serramento con i valori termici ed acustici annessi, ma anche quelle con descrizione delle vetrature installate.Controllare inoltre che le certificazioni siano rilasciate dai laboratori autorizzati e evitare le certificazioni rilasciate dagli stessi produttori. Questi elementi rientrano tra quelli che distinguono un buon prodotto da uno no. Per lo scenario meteorologico italiano, che cambia da regione a regione, fondamentale sono i profili che rispettano i requisiti richiesti per la classe “S” (clima severo). La messa in opera è un altro fattore rilevante, infatti basta un’installazione maldestra o carente per mandare all’aria l’intero valore e la qualità di un serramento. In primis la posa deve essere eseguita da persone qualificate e con esperienza. Una messa in opera sbagliata o su falso telaio o con un numero di ancoraggi sbagliato, determina la riuscita o meno di una buona messa in opera. L’immobile, in quanto bene primario, rappresenta una sicurezza e uno spazio confortevole per ogni persona. Esso è costituito da varie componenti, alcune più durature, altre che rientrano nella categoria dei beni di consumo. I serramenti costituiscono una parte di questi ultimi. Sono componenti edilizi che consentono di avere un rapporto con l’esterno e di ventilare, illuminare e proteggere gli ambienti abitativi da ogni forma di agente esterno. Per questo motivo i componenti di chiusura esterna devono avere una buona qualità e godere di una manutenzione che si protrae per più anni in maniera tale da essere efficienti al fine di garantire un grado di protezione indispensabile. Di conseguenza una manutenzione buona e frequente consentirà allo stesso di durare negli anni in maniera efficiente. Ma poiché la casa non è un “bene di consumo” si presuppone che la vita dei serramenti non coincida con gli anni di vita dello stesso edificio. Questo per due ragioni principali, il primo dipende dall’invecchiamento delle componenti dell’infisso, il secondo dipende invece dall’utilizzo di nuovi materiali e dall’avvento di nuove tecnologie che hanno consentito migliorare le caratteristiche complessive dei serramenti, come la tenuta all’aria, il contenimento delle dispersioni e di migliorare il grado di isolamento delle abitazioni. In definitiva l’aggiornamento dei componenti, unito ad un efficace intervento di isolamento a cappotto dell’edificio, garantiscono un piacevole confort di vita e assicurano un contenimento energetico efficiente.

LEAVE A REPLY